Articoli marcati con tag ‘rose’

La potatura delle rose

martedì, 5 agosto 2014

rosaTra le piante più belle da possedere nel proprio giardino, non possiamo fare a meno di citare la rosa: così delicata ed allo stesso tempo così rustica, si contraddistingue come una pianta tipica dei giardini italiani, che potrà impreziosire al meglio un angolo di relax o, perché no, creare una siepe per maggiore privacy.

Naturalmente, una pianta come questa ha bisogno di particolari attenzioni per quanto concerne la potatura della pianta, poiché in questo modo si è in grado di garantire un successivo sviluppo migliore e più rigoroso.

Quindi, armatevi di un buon paio di cesoie o forbici e potate in primis i rami che sono danneggiati e che, quindi, devono essere assolutamente esportati dalla pianta per non compromettere la crescita.

Dopodiché, passate all’eliminazione dei rami più deboli ovvero quelli maggiormente sottili e poi a quelli secchi o che comunque non avrebbero la forza di rifiorire ancora. Per garantire un buon sviluppo alla vostra pianta e una bella forma, è necessario eliminare i rami che tendono verso l’interno giacché in questo modo la vostra pianta si potrà sviluppare correttamente verso l’esterno .

Un altro accorgimento in merito alla potatura della pianta riguarda i polloni: in pratica, può capitare che alla base della pianta o del tronco della stessa rosa si sviluppano delle rose. Queste, infatti, possono rappresentare un pericolo per la stessa pianta, poiché la indeboliscono. Un’alternativa potrebbe essere quello di staccare il pollone dalla pianta madre, servendovi di una vanghetta, ma facendo comunque attenzione a non danneggiare l’interno arbusto della rosa. Con queste dritte sarete certi di far crescere una splendida pianta in giardino!

Come creare una siepe con le rose

sabato, 28 giugno 2014

rose-siepe

Chi non ama le rose alzi la mano? Sicuramente questo è uno tra i fiori più gettonato per la realizzazione di un bouquet, ma anche per dare un tocco di personalità e colore in più al proprio spazio verde. Questa pianta, peraltro, ci offre anche l’opportunità di creare delle splendide siepi utili per delimitare gli spazi ma anche per creare un po’ più ambiente.

Ma come possiamo realizzare una siepe con queste fiori?

Per prima cosa, dovrete preparare al meglio il terreno che dovrà ospitare la vostra siepe fiorita; quindi, prendete una zappa ed una vanga e rivoltate la terra, così che potrete sistemare al meglio le radici della pianta. Scegliere anche un buon periodo per fare questa operazione: ottobre sarà sicuramente il momento migliore per la messa in terra.

Procuratevi, poi, un buon concime organico così che prima di metterle in terra (3-4 giorni prima) potrete cospargere il terreno; in questo modo, le vostre rose troveranno un ottimo posto in cui essere sistemate, dal quale possono trarre tutte le sostanze necessarie per crescere al meglio.

Una volta preparato il terreno, sarà il momento di scegliere la rosa: ovviamente, per questa occasione vi consigliamo di acquistare piante già pronte per la messa in dimora di rose comuni. Per mettere a dimora la vostra rosa, ricordatevi di scavare in profondità e di calcolare la giusta distanza tra una pianta e l’altra, così che quest’ultima possa crescere al meglio senza incorrere in problemi di spazio. Tra le rose che vi consigliamo a tal proposito ci sono La wild eldric e la alnwick rose!

 

La concimazione delle rose

domenica, 24 febbraio 2013

fioristiefiorai.com
Prendersi cura delle proprie rose è molto importante e altrettanto è farlo con la giusta attenzione, conoscendo proprio i tipi di concimi che si possono utilizzare per questa pianta.

Sia che tu abbia delle rose in vaso che in giardino, dovrai imparare la differenza tra i diversi tipi di concimazione poiché in questo modo potrai garantire una vita più lunga alle tue piante.

La necessità di intervenire con la concimazione nasce dall’esigenza di fornire alla propria pianta la giusta quantità di nutrienti per la sua crescita.

Durante un anno intero, le rose richiedono due volte la concimazione: la prima concimazione è da farsi in primavera, mentre che la seconda è da collocarsi nel periodo autunnale. Altra cosa da tenere in considerazione è che il concime da utilizzare per il giardino sarà diverso da quello da usare per le rose coltivate in vaso.

Per le rose in vaso, difatti, sarà indispensabile usare un concime di tipo inorganico sia in primavera che in autunno, mentre che per quelle coltivate in giardino sarà necessario intervenire con un tipo chimico durante la primavera, mentre che per l’autunno si opterà con un chimico bilanciato misto di stallatico.

Naturalmente, il concime chimico dovrà contenere al suo interno il numero bilanciato di nutritivi, altrimenti si rischierà di somministrare qualcosa di sbagliato alla pianta. Ad esempio, l’azoto è utile per favorire lo sviluppo di foglie e rami della pianta, ma in dose eccessive potrebbe rendere troppo debole la pianta contro malattie e periodi di siccità.

Il fosforo, invece, aiuta la pianta ad aumentare il numero dei fiori ed il loro profumo, ma una quantità eccessiva potrebbe causare un mancato assorbimento. Infine, il potassio rende più robusta la pianta e dona fiori dai colori più accesi.


efiori

Consegna fiori in giornata

Ordina i tuoi fiori online
oppure chiama il
+(39) 02 00616844

© 2008 by 3B Srl - Tutti i diritti riservati | P. IVA 05621850964 | Sitemap 1 | Sitemap 2