Articoli marcati con tag ‘concimazione’

Piante da orto da piantare a maggio

venerdì, 16 maggio 2014

piantina-ortoÈ tempo di preoccuparsi della semina se avete deciso di coltivare alcune piante da orto e così, oggi, vi daremo qualche dritta in più per capire quale sono le migliori selezioni di piante da mettere in terra. Naturalmente, potrete decidere sia di coltivare le vostra piantine direttamente in terra, ma chi non avesse il giardino può anche prediligere la coltivazione in vaso, che sarà ugualmente soddisfazione.

In questo mese troviamo le migliori condizioni climatiche per metterci a lavoro e seminare tutti gli ortaggi che più ci piacciono, facendo sempre attenzione alle necessità di cui hanno bisogno determinate piante. Maggio, dunque, è il mese più adatto per dedicarsi ai lavori di terra, sia nel giardino che in balcone, e quindi perché non approfittarne per sistemare qualche seme in terra? Oggi vi daremo alcune dritte sulle piante che potrete prediligere per la semina durante questo mese, così da procedere successivamente alla raccolta di frutti succosi e verdure fresche e salutari, a km zero.

Questo è il momento giusto per la coltivazione di piante come l’anguria, i pomodori, le zucchine,  piselli, peperoni, broccoli, melanzane, porri, indivia, fagiolini, peperoncini e piante aromatiche come il prezzemolo ed il basilico. Queste sono solo alcune degli ortaggi che potrete mettere a dimora nel vostro giardino o in vaso sul vostro balcone, ma tenete ben in mente che, proprio come le tradizionali piante, anche queste necessitano di concimazione, meglio ancora se quello di tipo organico che è in grado di rilasciare nel terreno l’azoto, utile per l’appunto per le piante del vostro orto. Detto ciò, non vi resta che scegliere le piante che desiderate avere nel vostro piccolo spazio verde!

Irrigazione, concimazione e terreno per l’haworthia truncata

giovedì, 17 aprile 2014

haworthia_truncataNon molto tempo fa vi abbiamo parlato di una pianta grassa che potrete curare in casa, con estrema facilità. Oggi, però, desideriamo darvi qualche dettaglio in più per quanto riguarda l’irrigazione, la concimazione, la scelta del terreno ed altri piccoli dettagli che possono aiutarci a rendere migliore la vita di questa pianta, senza incorrere in problemi.

Iniziamo riassumendo alcune particolari caratteristiche di questa pianta: si tratta di una pianta grassa e più precisamente di una pianta che appartiene alla famiglia delle liliacee che è in grado di resistere alla siccità, senza che questa sia eccessiva. Difatti, le foglie succulenti immagazzinano al loro interno acqua, ma con lunghi periodi di assenza d’acqua non sono più in grado di utilizzare questa scorta e di conseguenza le foglie si staccano cadendo sul terreno.

Ma quindi, qual è la soluzione migliore per non far mancare mai l’acqua all’haworthia truncata? In realtà la dose indicata per questo tipo di pianta è di una annaffiatura al mese: in questo modo, potrete esser certi di garantire il giusto grado di umidità alla pianta, senza incorrere in eccessi d’acqua. Un’elevata quantità di acqua potrebbe far comparire gli afidi o peggio ancora la mosca bianca che danneggiano la vostra pianta grassa.

Per quanto concerne la concimazione, invece, potrete scegliere un fertilizzante con una quantità di potassio superiore rispetto all’azoto, da somministrare una volta ogni venti giorni circa. Il terreno migliore per la vostra haworthia truncata deve essere  soffice e molto ben drenato, così che l’acqua possa scorrere bene nel terreno. Con queste dritte ora potrete curare la pianta grassa al meglio!

Occuparsi della concimazione delle piante in estate

giovedì, 25 luglio 2013

concimeLa stagione estiva oramai è arrivata e non possiamo dire che il caldo non si faccia sentire; naturalmente, a soffrire le temperature alte non siamo solo noi, ma anche le piante che hanno bisogno di particolari attenzioni proprio ora, con il caldo che c’è.

Non parliamo solo delle innaffiature corrette, bensì anche della concimazione durante i mesi più caldi dell’anno.

Nonostante si possa pensare che il concime per piante si un ricostituente e, perché no, un motivo in più per mantenere sana la pianta anche durante l’estate, in realtà bisogna sapere che durante questo periodo dell’anno non è necessario concimare.

Difatti, con il sole che è più caldo le piante non hanno bisogno di concime o, al massimo, si deve diradare le volte in cui si dà alle piante il concime.  Ma perché la pianta non ha bisogno di ciò?

In pratica, durante l’estate la pianta si ritrova ad entrare in un periodo vegetativo di semi-riposo. Per quanto concerne le fioriture o la crescita della frutta, che necessitano comunque di potassio, si può fare una piccola eccezione con concimi premiscelati che sono per l’appunto ricchi di potassio.

Questo tipo di concime è da utilizzare soprattutto nei mesi di maggio/giugno ed agosto, fino a fine settembre; durante il mese di luglio, invece, è meglio evitare del tutto la concimazione giacché questo periodo si contraddistingue come il più caldo dell’anno.

Piuttosto, ricordatevi di prendervi cura in modo appropriato delle vostre piante, sia in giardino che in balcone, durante i momenti più freddi dell’anno, in cui le piante sono più deboli ed hanno bisogno di alcune attenzioni.

La concimazione dell’azalea

venerdì, 31 maggio 2013

azalea

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno saresti arrivato a prenderti cura del tuo giardino?

Solitamente, quando si parla di cura delle piante si pensa sin da subito alle piante d’appartamento che non hanno bisogno di molte attenzioni, ma in realtà mantenere in forma le proprie piante è possibile, anche quando queste sono piantate in giardino.

Nel caso dell’azalea, pianta d’origine cinese arrivata nel nostro Continente nel 1810, potrete sistemarla in giardino preoccupandovi di collocarla in penombra se vivete in una zona a clima caldo, mentre che potrete metterla in pieno sole con un clima più mite.

Ad ogni modo,  l’azalea che acquisterete per il vostro giardino riuscirà sicuramente a conquistare il vostro animo e, perché no, farvi amare ancor di più la natura e tutte le sue piante.

Ma passiamo ora ad una delle fasi più importanti per la crescita di una pianta: parliamo della concimazione, azione ideale per infondere maggiore energia alla propria pianta per farla cresce al meglio.

L’azalea può esser concimata ogni 15 giorni durante le innaffiature con uno dei concimi liquidi che si trovano in commercio. In pratica, vi basterà unire l’acqua al concime liquido per ottenere un effetto davvero ottimo!

Naturalmente, dovrete scegliere quello che più si addice al tipo di pianta: l’azalea, ad esempio, gradisce qualcosa di più acido, che dovrà esser dato tra aprile e settembre. All’inizio della primavera, invece, potrete dare dell’azoto per favorire la crescita delle foglie  e durante gli altri periodi dell’anno la concimazione sarà da sospendere.

La concimazione delle rose

domenica, 24 febbraio 2013

fioristiefiorai.com
Prendersi cura delle proprie rose è molto importante e altrettanto è farlo con la giusta attenzione, conoscendo proprio i tipi di concimi che si possono utilizzare per questa pianta.

Sia che tu abbia delle rose in vaso che in giardino, dovrai imparare la differenza tra i diversi tipi di concimazione poiché in questo modo potrai garantire una vita più lunga alle tue piante.

La necessità di intervenire con la concimazione nasce dall’esigenza di fornire alla propria pianta la giusta quantità di nutrienti per la sua crescita.

Durante un anno intero, le rose richiedono due volte la concimazione: la prima concimazione è da farsi in primavera, mentre che la seconda è da collocarsi nel periodo autunnale. Altra cosa da tenere in considerazione è che il concime da utilizzare per il giardino sarà diverso da quello da usare per le rose coltivate in vaso.

Per le rose in vaso, difatti, sarà indispensabile usare un concime di tipo inorganico sia in primavera che in autunno, mentre che per quelle coltivate in giardino sarà necessario intervenire con un tipo chimico durante la primavera, mentre che per l’autunno si opterà con un chimico bilanciato misto di stallatico.

Naturalmente, il concime chimico dovrà contenere al suo interno il numero bilanciato di nutritivi, altrimenti si rischierà di somministrare qualcosa di sbagliato alla pianta. Ad esempio, l’azoto è utile per favorire lo sviluppo di foglie e rami della pianta, ma in dose eccessive potrebbe rendere troppo debole la pianta contro malattie e periodi di siccità.

Il fosforo, invece, aiuta la pianta ad aumentare il numero dei fiori ed il loro profumo, ma una quantità eccessiva potrebbe causare un mancato assorbimento. Infine, il potassio rende più robusta la pianta e dona fiori dai colori più accesi.


efiori

Consegna fiori in giornata

Ordina i tuoi fiori online
oppure chiama il
+(39) 02 00616844

© 2008 by 3B Srl - Tutti i diritti riservati | P. IVA 05621850964 | Sitemap 1 | Sitemap 2