[ lunedì, 9 dicembre 2013 ]

La cura della Jubaea Chilensis

jubaea-chilensisVorreste dare un tocco esotico alla vostra oasi verde, trasformandola in un magnifico giardino in cui convivano specie di ogni tipo, anche le più strane, e che mai ci si potrebbe aspettare di riuscire a far crescere pure in Italia?

Allora anche oggi torniamo tra le piante che fanno parte della famiglia delle Arecaceae e vi citiamo un nome insolito: si tratta della Jubaea Chilensis, nota anche come Jubaea spectabilis, famosa per raggiungere dimensioni ragguardevoli e per avere un portamento tendente al tozzo.

Questa palma è contraddistinta da una notevole rusticità, che è seconda solo a quella dei Trachycarpus, considerando come la stessa resiste a temperature prossime praticamente ai -15 gradi, tenendo presente piuttosto che siano condizioni di estrema umidità e pioggia a danneggiarla peggio del freddo.

Per essere piantata, la Jubaea Chilensis necessita di un terreno ben drenante, che le assicuri appunto l’assenza di stagnazione di acqua, e le innaffiature della stessa debbono avvenire con una minor frequenza rispetto ad altri tipi di palme: in piena terra, questa palma può raggiungere la ragguardevole altezza di circa dieci metri, con un tronco particolarmente liscio ed eretto, sul quale si innestano anche delle foglie arcuate, che possono raggiungere delle dimensioni generose.

La Jubaea Chilensis presenta dei frutti che assomigliano a delle noci di cocco, sebbene siano di dimensioni più contenute, al cui interno si trovano dei semi che assicurano in tantissimi casi una riproduzione molto semplice, per la gioia di coloro i quali possono raccogliere i semi passeggiando in luoghi in cui le stesse portano a maturazione i proprio frutti.

Tag: ,


efiori

Consegna fiori in giornata

Ordina i tuoi fiori online
oppure chiama il
+(39) 02 00616844

© 2008 by 3B Srl - Tutti i diritti riservati | P. IVA 05621850964 | Sitemap 1 | Sitemap 2