[ venerdì, 31 maggio 2013 ]

La concimazione dell’azalea

azalea

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno saresti arrivato a prenderti cura del tuo giardino?

Solitamente, quando si parla di cura delle piante si pensa sin da subito alle piante d’appartamento che non hanno bisogno di molte attenzioni, ma in realtà mantenere in forma le proprie piante è possibile, anche quando queste sono piantate in giardino.

Nel caso dell’azalea, pianta d’origine cinese arrivata nel nostro Continente nel 1810, potrete sistemarla in giardino preoccupandovi di collocarla in penombra se vivete in una zona a clima caldo, mentre che potrete metterla in pieno sole con un clima più mite.

Ad ogni modo,  l’azalea che acquisterete per il vostro giardino riuscirà sicuramente a conquistare il vostro animo e, perché no, farvi amare ancor di più la natura e tutte le sue piante.

Ma passiamo ora ad una delle fasi più importanti per la crescita di una pianta: parliamo della concimazione, azione ideale per infondere maggiore energia alla propria pianta per farla cresce al meglio.

L’azalea può esser concimata ogni 15 giorni durante le innaffiature con uno dei concimi liquidi che si trovano in commercio. In pratica, vi basterà unire l’acqua al concime liquido per ottenere un effetto davvero ottimo!

Naturalmente, dovrete scegliere quello che più si addice al tipo di pianta: l’azalea, ad esempio, gradisce qualcosa di più acido, che dovrà esser dato tra aprile e settembre. All’inizio della primavera, invece, potrete dare dell’azoto per favorire la crescita delle foglie  e durante gli altri periodi dell’anno la concimazione sarà da sospendere.

Tag: ,


efiori

Consegna fiori in giornata

Ordina i tuoi fiori online
oppure chiama il
+(39) 02 00616844

© 2008 by 3B Srl - Tutti i diritti riservati | P. IVA 05621850964 | Sitemap 1 | Sitemap 2