[ sabato, 25 gennaio 2014 ]

Come prendersi cura dell’ibisco esotico

ibisco-esoticoLa pianta di cui desideriamo parlarvi oggi appartiene alla famiglia delle malvacee ed ha origini riconducibili all’Asia, anche se in realtà si tratta di una pianta che oggigiorno possiamo trovare anche nel nostro continente.

Questa pianta, un rampicante perenne, si presenta all’uomo con fusti abbastanza sottili, che son in grado di raggiungere  i due metri di altezza, arrampicandosi su appositi sostegni che la possono aiutare a creare una meravigliosa parete fiorita in giardino o, perché no, anche sul balcone.

Per quanto riguarda le foglie, invece, notiamo che sono appuntite e tondeggianti, di un verde più o meno chiaro, mentre che i fiori sono davvero molto belli: difatti, oltre ad essere di diversi colori, i fiori dell’ibisco esotico sono grandi e fanno la loro comparsa durante la stagione primaverile, accompagnandoci così durante l’intera stagione estiva. Detto ciò, non resta che scoprire quali sono le sue richieste e di che cosa ha bisogno per vivere nei migliori dei modi!

Per quanto riguarda l’esposizione, è necessario sistemare l’ibisco esotico in uno spazio in cui la luce del sole colpisce la pianta per un bel po’ di ore durante la giornata. Ricordatevi, che questa pianta non gradisce il freddo e durante la stagione invernale deve essere protetta in modo opportuno.

Le irrigazioni, invece, dovranno essere regolari durante la primavera ed estate, facendo in modo che il terreno sia sempre un po’ umido tra un annaffiature ed un’altra; durante l’inverno, invece, sarà necessario diminuire in modo progressivo le annaffiature. In fatto di concimazione, sceglietene uno liquido da fornire alla pianta un paio di volte al mese, mescolando con l’acqua che usate per l’irrigazione.

Tag: , ,


efiori

Consegna fiori in giornata

Ordina i tuoi fiori online
oppure chiama il
+(39) 02 00616844

© 2008 by 3B Srl - Tutti i diritti riservati | P. IVA 05621850964 | Sitemap 1 | Sitemap 2