[ domenica, 1 dicembre 2013 ]

Come curare una Brahea Armata

brahea-armataAnche se tante persone ritengono che le palme, o Arecaceae, siano da affiancare essenzialmente a quei panorami esotici e fin troppo lontani da casa nostra, in realtà, ci sono tante specie di palme che possono essere colvitate in piena terra anche alle nostre latitudini e, tra queste ultime, oggi vi parleremo della Brahea Armata.

Questa pianta è nota anche come Brahea glauca o roezli, e le sue origini affondano nientemeno che nella california, dove la stessa si trova in natura in terreni piuttosto aridi, crescendo spontaneamente fino ad un’altitudine di 600 metri, ma conservando – a discapito di quanto si possa ritenere – una rusticità veramente notevole.

La Brahea Armata riesce infatti a crescere senza particolari problemi all’aperto alle nostre latitudini, sopportando temperature che arrivino addirittura a più di -10 gradi (in alcuni casi, vi sono testimonianze di resistenza fino a -15 gradi), sebbene la stessa venga coltivata più spesso nelle zone marittime, venendo snobbata in altre aree dal grande potenziale (laghi settentrionali italiani).

Dal punto di vista dello sviluppo, la Brahea Armata si contraddistingue per una crescita lenta, che la porta a mostrare il suo tronco (stipite) unicamente attorno ai quindici anni di età, necessitando la stessa di una posizione in sole completo e di un terreno contraddistinto da un potere drenante, abbisognando comunque la stessa di un buon livello di irrigazione e di concime almeno durante i primi anni di sviluppo.

In condizioni climatiche adeguate, la palma può arrivare a raggiungere un’altezza pari a ben quindici metri, presentandosi con quelle sue foglie a ventaglio di generose dimensioni, di un colore tendente al glauco, e presentando inoltre dei frutti di colore giallo.

Tag: ,


efiori

Consegna fiori in giornata

Ordina i tuoi fiori online
oppure chiama il
+(39) 02 00616844

© 2008 by 3B Srl - Tutti i diritti riservati | P. IVA 05621850964 | Sitemap 1 | Sitemap 2