Archivio di luglio 2014

Come prendersi cura dell’aspidistra

giovedì, 24 luglio 2014

Large green leavesSe state cercando una pianta comune, da sistemare nel vostro giardino, non potrete fare a meno di selezionare un’erbacea come l’aspidistra: si tratta di una pianta che ha origini riconducibili all’Asia e all’Africa, ma che oramai è molto comune anche nel nostro paese e si può coltivare senza alcun problema. Non è una pianta che richiede particolare attenzione, ma è comunque facile prendersene cura e coltivarla mantenendola in salute. Oggi, quindi, vi daremo qualche dritta per curarla al meglio!

Questa pianta si presente di colore verde scuro, ma in realtà in natura troviamo anche altre specie con foglie variegate; la lunghezza delle foglie è abbastanza notevole e possono arrivare fin oltre i 70 centimetri.

Per quanto concerne i fiori, invece, si presentano carnosi e di colore rosso e all’interno degli stessi ci sono dei semi che si possono raccogliere e trapiantare in vaso oppure direttamente in terra per ottenere degli altri esemplari di aspidistra.

Per far crescere per bene la propria pianta è indispensabile scegliere un’area dove non vi è la luce diretta del sole, giacché non l’ama, e dunque è meglio scegliere le zone di penombra oppure quelle sotto gli alberi, così che possono godere dell’ombra offerta dalle piante più grandi. Ad ogni modo, si tratta di una pianta che ama soprattutto la primavera e l’estate ma che comunque è in grado di tollerare bene anche le temperature basse.

Ricordatevi, comunque, che questa pianta può esser colpita da malattie come funghi, parassiti o cocciniglie, dunque fate ben attenzione ed osservatela bene non  appena notate qualcosa di strano.

 

Agave: che cosa fare se si affloscia?

lunedì, 7 luglio 2014

agaveSicuramente, se siete arrivati qua è perché avete deciso di aggiungere al vostro giardino o più semplicemente al vostro balcone una nuova pianta, ma avete qualche problema con la gestione corretta della vostra agave, poiché le sue foglie hanno iniziato ad afflosciarsi.

Quindi, per prima cosa, oggi vi mostreremo il perché di questo problema,ma soprattutto vi daremo qualche dritta per capire realmente che cosa fare nel caso le foglie mostrano questo fenomeno. Ci sono cause differenti che possono portare a questa situazione, ma naturalmente l’unica domanda da farsi in questo caso è quella di capire come è stata causato questo problema.

Ad esempio, se l’afflosciamento delle foglie è evidente all’inizio della primavera ciò può esser dovuto al fatto che vi è stato in precedenza eccessivo freddo o gelo. Come ben saprete questa pianta succulenta non gradisce molto il freddo e le temperature basse e dunque vi suggeriamo di acquistare un telo in tnt per tenerla sempre in ottima condizione. Ad ogni modo, se questa è stata la causa del problema delle vostre piante, vi consigliamo di eliminare le foglie gelate  o comunque quelle che iniziano a marcire poiché queste sono veicolo per patologie e funghi.  Eliminando le foglie danneggiate andrete a far rigenerare la vostra pianta succulenta che darà così delle nuove foglie belle e rigogliose.

Un’altra ipotesi in merito alle foglie afflosciate potrebbe essere riscontrata nell’eccessiva irrigazione: cercate di offrire alla vostra pianta la migliore soluzione, con un buon terreno drenante che sia in grado di eliminare completamente l’acqua in più. Inoltre, fate ben attenzione al sottovaso che non dovrà assolutamente contenere acqua e neppure concime, fino a quando per lo meno non si sarà ripresa completamente.


efiori

Consegna fiori in giornata

Ordina i tuoi fiori online
oppure chiama il
+(39) 02 00616844

© 2008 by 3B Srl - Tutti i diritti riservati | P. IVA 05621850964 | Sitemap 1 | Sitemap 2