Archivio di maggio 2014

La coltivazione dei girasoli in vaso

venerdì, 30 maggio 2014

girasoleÈ senz’altro una delle piante più allegre e solari che si possono coltivare…di quale piante parliamo? Si tratta del girasole, splendida proposta floreale che potrete decidere di coltivare anche nel vostro vaso, senza incorrere in particolari difficoltà. Ma di cosa ha bisogno un girasole per crescere veramente bene stando in vaso?

A tal proposito, dovrete scegliere per la vostra pianta ornamentale un vaso adatto e la migliore zona d’esposizione del vostro terrazzo: in questo modo, la pianta avrà abbastanza spazio per svilupparsi e, inoltre,  potrà beneficiare di tutta la luce di cui ha veramente bisogno. Come saprete bene, il girasole è disponibile in natura non solo nella sua variante gialla bensì possiamo coltivarlo anche nella sua versione rosa ed arancione.  Ma andiamo per ordine!

Per prima cosa, dovrete acquistare i semi di girasole presso un vivaio e munirvi di un vaso profondo (25-30 centimetri) e capiente così da garantire il massimo dello sviluppo per la pianta.

Per quanto concerne il terriccio, invece, vi consigliamo di prediligere quello universale, a patto che sia abbastanza drenante e concimato nel migliore dei modi. Realizzando delle piccole buche nel vostro vaso, profonde circa 5 centimetri, sistemate 2-3 semi distanziandoli per bene tra di loro. Proseguite poi con annaffiature regolari fino a quando, dopo poche settimane, spunteranno le piante. Una volta che le stesse arriveranno ad un’altezza di 7 centimetri circa dovrete acquistare altre vasi perché le piante potranno crescere bene solo se da sole nel vaso.

Un altro consiglio è quello di fissare la pianta ad una canna, così da non temere la rottura del fusto. Nel mese di agosto la vostra pianta fiorirà e poi, successivamente, con l’arrivo di settembre il girasole morirà.

Piante da orto da piantare a maggio

venerdì, 16 maggio 2014

piantina-ortoÈ tempo di preoccuparsi della semina se avete deciso di coltivare alcune piante da orto e così, oggi, vi daremo qualche dritta in più per capire quale sono le migliori selezioni di piante da mettere in terra. Naturalmente, potrete decidere sia di coltivare le vostra piantine direttamente in terra, ma chi non avesse il giardino può anche prediligere la coltivazione in vaso, che sarà ugualmente soddisfazione.

In questo mese troviamo le migliori condizioni climatiche per metterci a lavoro e seminare tutti gli ortaggi che più ci piacciono, facendo sempre attenzione alle necessità di cui hanno bisogno determinate piante. Maggio, dunque, è il mese più adatto per dedicarsi ai lavori di terra, sia nel giardino che in balcone, e quindi perché non approfittarne per sistemare qualche seme in terra? Oggi vi daremo alcune dritte sulle piante che potrete prediligere per la semina durante questo mese, così da procedere successivamente alla raccolta di frutti succosi e verdure fresche e salutari, a km zero.

Questo è il momento giusto per la coltivazione di piante come l’anguria, i pomodori, le zucchine,  piselli, peperoni, broccoli, melanzane, porri, indivia, fagiolini, peperoncini e piante aromatiche come il prezzemolo ed il basilico. Queste sono solo alcune degli ortaggi che potrete mettere a dimora nel vostro giardino o in vaso sul vostro balcone, ma tenete ben in mente che, proprio come le tradizionali piante, anche queste necessitano di concimazione, meglio ancora se quello di tipo organico che è in grado di rilasciare nel terreno l’azoto, utile per l’appunto per le piante del vostro orto. Detto ciò, non vi resta che scegliere le piante che desiderate avere nel vostro piccolo spazio verde!

Violetta africana: le cura adatte per la pianta d’appartamento

domenica, 4 maggio 2014

Violetta-africanaLa pianta di cui desideriamo parlarvi oggi si contraddistingue come un interessante proposta per quanto concerne le pianta da sistemare nel proprio appartamento: si tratta della santapaulia o violetta africana.

Questa pianta, che si presenta come un esemplare fiorito sempreverde, può vivere senza alcun problema nel vostro appartamento, a patto però che le siano garantiti alcune necessità vitali per essa. In questo modo, riuscirete ad avere in casa una pianta con meravigliosi fiori di color violetto da marzo ad ottobre e, inoltre, potrete illuminare con un tocco di verde la vostra abitazione.

Ma scopriamo ora quali sono le vere necessità della violetta africana e cerchiamo di garantire al meglio le sue richieste anche alla nostra pianta in casa!

Per prima cosa parliamo della temperatura: come accade per molto piante esotiche, è necessario offrire e garantire ad una pianta una temperatura precisa. In questa situazione, la sempreverde africana richiede una temperatura compresa tra i 18°C ed i 25°C, con un po’ di luce; quest’ultima però non dovrà mai essere diretta dal sole, giacché in questo caso si potrebbe portare la pianta al suo deperimento.

Passando alla fase dell’irrigazione, invece, possiamo notare che la violetta africana non è assolutamente esigente: difatti, vediamo che non ha bisogno di acqua tutti i giorni, bensì è necessario limitarsi a dare un po’ di acqua nella zona intorno al fiore oppure, se lo gradite, mettete l’acqua nel sottovaso così che la violetta africana possa prendere l’acqua di cui ha bisogno.

Infine, per quanto concerne la fase concimazione, vi consigliamo di eseguire la concimazione nel mese di maggio: in questo modo, la pianta potrà nutrirsi al meglio e svilupparsi traendo beneficio dalla quantità di fosforo e potassio; vi ricordiamo, infine, di prediligere un concime di tipo liquido, da diluire con l’acqua dell’annaffiatura.


efiori

Consegna fiori in giornata

Ordina i tuoi fiori online
oppure chiama il
+(39) 02 00616844

© 2008 by 3B Srl - Tutti i diritti riservati | P. IVA 05621850964 | Sitemap 1 | Sitemap 2