Archivio di maggio 2013

La concimazione dell’azalea

venerdì, 31 maggio 2013

azalea

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno saresti arrivato a prenderti cura del tuo giardino?

Solitamente, quando si parla di cura delle piante si pensa sin da subito alle piante d’appartamento che non hanno bisogno di molte attenzioni, ma in realtà mantenere in forma le proprie piante è possibile, anche quando queste sono piantate in giardino.

Nel caso dell’azalea, pianta d’origine cinese arrivata nel nostro Continente nel 1810, potrete sistemarla in giardino preoccupandovi di collocarla in penombra se vivete in una zona a clima caldo, mentre che potrete metterla in pieno sole con un clima più mite.

Ad ogni modo,  l’azalea che acquisterete per il vostro giardino riuscirà sicuramente a conquistare il vostro animo e, perché no, farvi amare ancor di più la natura e tutte le sue piante.

Ma passiamo ora ad una delle fasi più importanti per la crescita di una pianta: parliamo della concimazione, azione ideale per infondere maggiore energia alla propria pianta per farla cresce al meglio.

L’azalea può esser concimata ogni 15 giorni durante le innaffiature con uno dei concimi liquidi che si trovano in commercio. In pratica, vi basterà unire l’acqua al concime liquido per ottenere un effetto davvero ottimo!

Naturalmente, dovrete scegliere quello che più si addice al tipo di pianta: l’azalea, ad esempio, gradisce qualcosa di più acido, che dovrà esser dato tra aprile e settembre. All’inizio della primavera, invece, potrete dare dell’azoto per favorire la crescita delle foglie  e durante gli altri periodi dell’anno la concimazione sarà da sospendere.

Scopriamo la crossandra

sabato, 18 maggio 2013

crossandra

La crossandra, pianta appartenente alla famiglia delle acantacee, è originaria dell’Asia e soprattutto la si può trovare in India. Ad ogni modo, è possibile coltivare la pianta preoccupandosi di collocarla in una zona del proprio appartamento.  Ma scopriamo qualcosa di più in merito alla pianta!

La crossandra si presenta come un piccolo arbusto sempreverde che può raggiungere un metro di altezza; lo stesso fiore si presenta con foglie opposte ed ondulate, di colore verde brillante.

Per quanto concerne i fiori, invece, si mostrano al pubblico riuniti e vanno a formare delle splendide spighe colorate, a quattro angoli, di colore rosa salmone o aranciato.

Il momento migliore per assistere alle fioritura della clossandra è in autunno-inverno, anche se va sottolineato che se viene coltivata in serra si può ottenere una fioritura “forzata”.

Per l’ambiente, invece, la clossandra necessita di un posto in cui vi è una buona dose di luce ma non dovrà neppure mancare una giusta dose d’aria, Durante la bella stagione, però, si può anche sistemare la pianta in piena aria, a patto che questa sia sufficientemente riparata.

Per quanto concerne il tipo di terreno, invece, questa dovrà esser fertile e mista alla torba; per l’umidità del terreno, invece, dovrete mantenere l’innaffiatura regolata, poiché un’eccessiva dose di acqua potrebbe portare alla marcitura delle radici della pianta.

Seguendo queste poche regole riuscirete così a mantenere la vostra pianta in piana forma, ma soprattutto potrete dare un tocco di maggiore colore e luce all’intera abitazione.

La pervinca per il proprio giardino

sabato, 4 maggio 2013

pervinca

Il fiore di cui vi parliamo oggi ha origini europee e si contraddistingue come un elemento spontaneo della nostra flora; generalmente, questa pianta la possiamo trovare lungo le siepi, nelle zone di bosco in pianura ma anche in collina.

Se, dunque, stai pensando di aggiungere dei fiori belli da vedersi ed anche profumati potrai scegliere proprio la pervinca, un fiore che possiede fusti sdraiati che possono raggiungere dai 20 ai 60 centimetri di lunghezza, con foglie lanceolati e lucenti.

I fiori della pervinca, invece, si presentano con una corolla di colore indaco chiaro o azzurro-lilla, mentre che raramente li possiamo vedere nei colori bianco e rosa.

Potrai utilizzare nel tuo giardino questa pianta per arricchire le aiuole o realizzare delle bordure o ancora per rendere più belle delle zone rocciose, boschive e luoghi in penombra.

La posizione migliore per la pervinca è proprio a mezz’ombra, ma si adatta bene anche all’ombra completa. Per quanto concerne il tipo di terreno, invece, notiamo che la pervinca gradisce molto un terriccio di foglie con torba e terra di bosco.

Per le annaffiature, invece, questo fiore europeo vuole acqua di frequente e quindi sarà necessario garantire il giusto grado di umidità, senza mai dimenticarsi della sua presenza in giardino.

Quindi, possiamo affermare con certezza che questo fiore non avrà grandi esigenze e dunque non vi terrà troppo impegnati per la sua cura, ma comunque non dovrete fare a meno di prendervi cura di questa pianta con costanza, come fareste poi per altre piante.


efiori

Consegna fiori in giornata

Ordina i tuoi fiori online
oppure chiama il
+(39) 02 00616844

© 2008 by 3B Srl - Tutti i diritti riservati | P. IVA 05621850964 | Sitemap 1 | Sitemap 2